martedì 22 gennaio 2008

Signore insegnami a parlare


Signore, insegnami a non parlare
come un bronzo risonante
o un cembalo squillante,
ma con amore.
Rendimi capace di comprendere
e dammi la fede che muove le montagne,
ma con l'amore.
Insegnami quell'amore che è sempre paziente
e sempre gentile;
mai geloso, presuntuoso, egoista o permaloso;
l'amore che prova gioia nella verità,
sempre pronto a perdonare,
a credere, a sperare e a sopportare.
Infine, quando tutte le cose finite
si dissolveranno
e tutto sarà chiaro,
che io possa essere stato il debole ma costante
riflesso del tuo amore perfetto


Madre Teresa di Calcutta

7 commenti:

fra! ha detto...

Un autoritratto della sua autrice...che forza!!!
Un abbraccio Penelope!!

Alberto ha detto...

Santa Teresa riesce sempre a commuovermi e a farmi sentire piccolo piccolo piccolo...

Un abbraccio umile :-)

berry ha detto...

ciao penelope!
qui ti abbracciano tutti...posso?
Un abbraccione!

enzorasi ha detto...

Dispensi luce e pensiero, io passo spesso davanti alla tua porta e altrettante volte entro. Dovrei forse farmi riconoscere...comunque ti ho nominata. Spero non ti dispiaccia.

Alberto ha detto...

Grazie. :*

Un abbraccio tacito :-)

ginoilsalumiere ha detto...

...sempre una scoperta leggere quello che scegli per noi...

Penelope ha detto...

Scusate se non riesco in questo periodo ad essere più presente, ma purtroppo per ora il tempo mi è tiranno.
Comunque...

@ Frà:
Mia cara, ricambio volentieri il tuo abbraccio!

@ Alberto 1 E 2:
Un abbraccio silenzioso.

@ Berry:
Grande Berry! Abbraccio ricevuto volentieri!

@ Enzorasi:
Benvenuto! Ti ringrazio per le dolci e gentili parole che mi hai dedicato. Mi meraviglia ricevere una nomination da una persona conosciuta da poco, comunque non mi dispiace anche se, premetto, non sono un'amante dei meme...
Grazie e torna a trovarmi!

@ Gino:
Bentornato!
Lo so, lo so, quando si è sotto esami, lo stress è tanto e la tensione anche...
Grazie del pensiero.
Un abbraccio solidale