mercoledì 21 novembre 2007

La lettera d'amore...


In questo modo, così romantico, chiudo la trilogia:

La lettera d'amore, che in me ho scritto e corretto / cento volte fino a quando tutto fosse perfetto, / e che mettendo l'anima e il foglio insieme accanto, / basterebbe in un attimo ricopiarla soltanto. / Son nelle vostre mani, il foglio è la mia voce, / l'inchiostro è il mio sangue, la lettera è la Voce. / Giuro che in tutto il mio corpo corre la febbre, / giuro che innanzi a voi grida il mio cuor trafitto, / e se i baci potessero inviarsi per iscritto / li leggereste con le vostre labbra ebbre. / Lontan da questo mondo cupo, plebeo, bugiardo, / esisterà un paese per cuori di riguardo. / Lontan da questo mondo amaro e senza amore / esisterà un paese per l'altro nostro cuore.

E. Rostand, Cirano De Bergerac



6 commenti:

digito ergo sum ha detto...

E moi, che sono un Fossatiano convinto, replico:

"se non c'P strada dentro al cuore degli altri
prima o poi si traccerà"

(Mio fratello che guardi il mondo)

Grazie per avere dato il "la" alla mia fantasia, ancora una volta.

Un abbraccio

Penelope ha detto...

X DIGITO: Ci sono canzoni, poesie, frasi che parlano al cuore molto meglio di quanto possiamo farlo noi..
Complimenti per la citazione.
Un abbraccio azzeccato

ginoilsalumiere ha detto...

E io dico: Eccellenti Entrambi!

Alberto ha detto...

Ah, l'amour!
(sospiro nostalgico)

Un abbraccio sospirante :-)

ROBERTO ha detto...

Forse entrambi le cose.

Buona giornata

Penelope ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.